Football Acquaviva 2- 1 Borgorosso Molfetta

Festeggiamenti football

Buona la prima in Promozione per i ragazzi di Mister Tafuni!

Dopo la gioia per la Promozione, in seguito al ripescaggio estivo, la Football Acquaviva sembrava essere tornata in un incubo legato al Coronavirus: 5 positivi fra i propri tesserati, che hanno bloccato ogni allenamento e partita prevista per i biancoblu, inclusi i 3 derby (2 di coppa, 1 di campionato).

Le buone notizie giungono il 29 Settembre 2020: esclusi i già positivi, tutti i giocatori biancoblu sono risultati negativi dopo essersi sottoposti al tampone per il Covid. Questa grande notizia poteva significare solo una cosa: il ritorno al Giammaria, da parte della Football (e di tutto il calcio acquavivese), dopo 8 mesi di stop!

E’ un ritorno un po’ anormale al Giammaria: contornato da mascherine, nominativi, rilevazioni di temperatura, accrediti, distanze di sicurezza e un Giammaria limitato al 15% della propria capienza (150 posti). Nonostante le restrizioni, l’entusiasmo e il classico calore del pubblico biancoblu non manca mai. Sembra esser tutto come prima, anche se ci manca stare attaccati l’uno all’altro in tribuna e stare senza mascherina. Inusuale presenza, del tutto nuova sul campo del Giammaria, sono i guardalinee, da sempre considerati un miraggio nelle ultime tre categorie del calcio italiano. Addio ai guardalinee con la tuta della società e la sigaretta in bocca, benvenuta Promozione, benvenuto al calcio che conta (fra i dilettanti).

La Football Acquaviva, sotto la nuova guida di Mister Tafuni, già vice per le scorse tre stagioni, scende in campo con: Carulli (PT), Racano, Trotti, Linzalone, Abbruzzese, Campanelli, Vasco, Paolo Farella, Francesco Farella (C) e Damato. A disposizione per il tecnico biancoblu ci sono Donatello Carnevale, Lucarelli, Belnome, De Bellis, Ventura, Donato Carnevale, Abrusci, Napoletano e Cicero.

Per il Borgorosso Molfetta, invece Bregaj (PT), Depergola, Grosso, De Ceglia (C ), Monopoli, Bajrami, Lucarelli, De Gennaro, Roselli, Lopez e Salustro. A disposizione del mister D’Ambrosio di Molfetta ci sono Valente, Cataldo, Ragno, Spiagalepole, Anselmi, Pedone e Uva.

Finalmente, inizia il match. Dopo solo un minuto, parte un lancio per Paolo Farella, che approfitta della difesa scoperta per avvicinarsi in area di rigore e calciare la sfera verso il secondo palor, ma Bregaj la blocca.

Dopo essere stata costantemente in attacco per i primissimi minuti della partita, al 5’ la Football va in vantaggio! È il primo gol storico della Promozione per i biancoblu, che nasce a seguito di un passaggio filtrante di Abruzzese per Racano, che dalla fascia si accentra dentro l'area di rigore, al limite col fondocampo avversario, supera due difensori, per poi poggiarla al centro nell'area piccola, dove trova Paolo Farella, che a porta libera non può sbagliare. E’ 1-0! Dopo solo altri 3 minuti, il Borgorosso tenta di rispondere con Lopez che, sfruttando un lancio lungo, supera Abruzzese al limite dell'area, avanza solo per calciare il pallone, ma la conclusione viene bloccata all'ultimo da Abruzzese, che devia il tiro in angolo.
Ancora pericoloso il Molfetta al 17' con un cross in area, che raggiunge Bruno, il quale colpisce il pallone di testa, facendolo uscire di poco al lato del palo destro difeso da Carulli. Nei primi minuti dopo il gol, la Football soffre, ma non demorde dal tentare il raddoppio, come al 21’, quando un cross su punizione di Racano dalla metà campo trova Damato in area, il quale tenta la rovesciata e non capitalizza un possibile eurogol solo grazie ad una deviazione del difensore. Ma, sfortunatamente per la Football, la dura legge del "goal sbagliato, goal subito" colpisce ancora al 23', quando, a seguito di un lancio lungo, la palla arriva a Bruno, che la controlla di spalle alla porta facendola rimbalzare, per poi girarsi e calciare il pallone di collo pieno, facendolo finire dritto nell'angolino alto: il grande tuffo di Carulli non può far nulla per evitare l’equaliser. È 1-1. Tutto da rifare per i ragazzi di mister Tafuni. Al 30' ancora aggressivo il Molfetta, con due cross da entrambe le fasce, giunti entrambi a Bruno, che colpisce il pallone due volte, per poi vederselo respinto da Carulli. Sulla respinta arriva Bajrami, che raggiungendo il pallone di corsa tenta il tiro, ma viene bloccato dall’estremo difensore biancoblu che si immola in avanti per bloccare il pallone. Ma la più grande occasione del match per i molfettesi arriva nel recupero, con una Borgorosso pericolosissima che trova quasi il vantaggio in due occasioni: la prima è di Bajrami, che da 35 metri colpisce in pieno il pallone di collo, colpendo la traversa. Il secondo brivido arriva con Lucarelli, che dalla stessa posizione tenta il tiro, indirizzandolo sotto la traversa, ma l'eurogol viene negato da una grandissima parata di Carulli, che si butta verso il 7 e devia sopra la traversa il pallone con la punta della dita. Con questi due brividi , finisce il primo tempo.

Inizia la seconda frazione di gara. Dopo solo due minuti di ripresa, la Football torna in vantaggio: dalla fascia, si allunga Vasco, che la passa rasoterra per Paolo Farella, che di spalle alla porta, al limite dell'area, si gira verso il lato opposto, calcia di sinistro a giro e fa finire il pallone in rete, al lato interno del secondo palo. È 2-1! Farella esulta sotto la tribuna che è in visibilio! Al 52’ sugli sviluppi di una punizione dal limite dell'area per il Molfetta, Monopoli colpisce il pallone tentando la conclusione diretta in porta, ma la palla finisce nella mischia, dove carambola fra i giocatori, per poi finire fuori dal rettangolo di gioco. Dopo 60 minuti, in seguito ad un cross, Damato tenta il tiro di controbalzo, ma la palla viene bloccata dal portiere molfettese. Al 62', il neoentrato molfettese Anselmi reclama un rigore dopo essersi lasciato andare in area, ma per l'arbitro non c'è stato contatto. La partita si fa sempre più cruda, per la quantità dei falli, ma la Football continua a gestire in ottimo modo il pallone a centrocampo. Dopo 75 minuti, termina la grande partita di Paolo Farella, che esce dal campo, per dar posto ad Abrusci, portandosi a casa 2 gol sul taccuino e una standing ovation meritata. Successivamente escono Linzalone, Damato e Colaianni, per dar posto rispettivamente a Lucarelli e Donatello Carnevale. All'88' Anselmi prova il tiro al volo da fuori area, ma la palla rimbalza e non impensierisce seriamente Carulli.


Inutili saranno gli attacchi del Molfetta, visto che dopo 5 minuti di recupero l'arbitro fischia tre volte e decreta la fine della partita. È buona la prima per i biancoblu, che iniziano la loro avventura in Promozione con un'ottima vittoria con il punteggio di 2-1. L’uomo partita? Non ci sono dubbi, è “Pablito” Farella!