Martedì 07 Luglio 2020
   
Text Size

Carlo Giampietro alla motra "Moda al Castello " a Bari

IMG-20200613-WA0021

 

UN ORGOGLIO ACQUAVIVESE ALLA PRIMA MOSTRA DOPO IL LOCKDOWN

 

In occasione della riapertura, domenica 14 giugno, il Castello svevo di Bari presenta al pubblico la mostra “Moda al Castello. Collezioni di abiti storici in Puglia”.

L’esposizione, che ha preso corpo a seguito dell’istituzione di un Tavolo tecnico sul tema dell'Abito storico in Puglia che ha visto la partecipazione di diversi Musei e Associazioni territoriali dediti alla conservazione e valorizzazione degli abiti storici, è visitabile da oggi, 14 giugno presso la Sala Bona Sforza e la Sala Normanna del Castello. Il suo scopo è quello di dare rilievo culturale a una parte importante del patrimonio identitario del territorio pugliese, capace di restituire attraverso gli abiti le atmosfere, gli stili e il gusto dei diversi periodi storici.

Gli abiti e gli accessori selezionati provengono da collezioni di realtà istituzionali, associazionistiche, che hanno condiviso con la Direzione regionale Musei Puglia il progetto di creare una rete museale sul costume e la moda, tra cui l’Associazione 'Sognare e perdersi … negli abiti di un tempo' di Acquaviva, che da anni in via Corso 9/11, nel cuore del nostro centro storico ci consente di ammirare la sua ricca collezione di prestigiosi abiti d’epoca, manufatti di pregio e tante altre particolarità.

 

L’esposizione “Moda al Castello. Collezioni di abiti storici in Puglia” è incentrata sull’abito di gala, quello delle feste, dei balli e delle cerimonie, con qualche esempio anche maschile, in tessuti preziosi quali raso e seta damascata, velluto, pékin, tulle, crêpe di seta, con decorazioni e applicazioni in pizzo, merletto, passamaneria. Presenti anche abiti da passeggio e da cocktail, corredati da sciarpe e stole, corpini 'gioiello', pellicce, e, infine, anche alcuni abiti da sposa.

 

I periodi rappresentati sono l’Ottocento e il Novecento fino agli anni ’60 - ’70, con un breve excursus nel Settecento maschile rappresentato dagli abiti “Jatta”. Ornamenti quali tabliers, fiocchi, pouff, plissé, crinoline e strascichi tipici del XIX secolo, si uniscono a quelli che contrassegnarono la cosiddetta Modernità a cavallo dei due secoli, quali mussole e pizzi ornati da sete, paillettes, giaietti e strass, per arrivare fino a quelli degli anni ‘60 del Novecento, in una costante evoluzione di stili e di manifatture, ancora artigianali, ma che sempre di più inseriscono la moda nel più ampio mutamento sociale e generazionale che porterà alla globalizzazione.

IMG-20200613-WA0020

 

Così Carlo Giampietro si presenta ai tanti turisti che da oggi potranno, visitando il Castello Svevo di Bari, ammirare la sua collezione, orgoglio dell’Acquaviva mai banale ed intraprendente, che tanto ci piace: «Carlo Giampietro, affascinato dal gusto dell’arte antica si lascia travolgere in particolare dal settore moda.

Con molta pazienza e tenacia riesce ad ottenere una collezione vastissima, in continua evoluzione grazie ad ulteriori acquisti, ritrovamenti e donazioni. Un’importante quantità di abiti antichi femminili e maschili, merletti, pizzi, scarpe, cappelli, ventagli, biancheria intima, accessori moda e tanto altro danno vita all’idea progettuale, cioè la creazione di un museo storico dedicato alla moda e al costume dando l’opportunità a tutti i visitatori di poter ammirare i meravigliosi manufatti in tutto il loro splendore. Il periodo storico della raccolta è ampio rispetto a quello attualmente in visione che va dal secolo XVIII al XX.

Le competenze tecniche e le espressioni artistico-espositive sono state messe in atto sorprendendo ed emozionando diversi centri cittadini della Puglia. Tutti hanno avuto un ottimo riscontro da parte del pubblico e dalle autorità locali».

 


La Mostra sarà visitabile con lo stesso biglietto di entrata al Castello, con le medesime modalità di accesso e secondo gli orari vigenti (chiuso il martedì).

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.