LABALESTRA NON SI ARRENDE: TERZO GIORNO DI PROTESTA

LOGO_BPPB

Vito Labalestra, il risparmiatore cassanese che chiede la restituzione dei suoi risparmi e quelli della sua famiglia alla Banca Popolare di Puglia e Basilicata, non si arrende.

Per il terzo giorno consecutivo, infatti, sta protestando pacificamente e con un cartellone al collo dinanzi alla Filiale di Acquaviva della BPPB da cui nel 2006 acquistò un pacchetto di azioni dell'Istituto a oltre 9 euro e che oggi vorrebbe restituire - come suo diritto - ma che la Banca gli impedisce di farlo, stando a quanto dichiarato dallo stesso Labalestra la cui situazione è simile a quella di altri risparmiatori.

Che dall'Istituto altamurano continuano a ignorare: nessuna nota, nessun commento, nessuna dichiarazione. Come se Labalestra e altri come lui non esistessero.

Leggi qui la storia di Vito e della sua famiglia.