AGGREDISCE I CARABINIERI, AI DOMICILIARI UN 69ENNE

Carabinieri2 

Aveva in tasca un cacciavite con la punta acuminata e un coltello a serramanico e ha aggredito i Carabinieri che lo stavano sottoponendo ad un controllo. È accaduto  ieri mattina ad Acquaviva delle Fonti, dove i militari della locale Stazione hanno tratto in arresto un 69enne del luogo, G.V. le sue iniziali, con l’accusa di  porto illegale di arma, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate.
Una pattuglia dell’Arma, durante un servizio di perlustrazione, ha proceduto al controllo dell’anziano, che stazionava in quella via Caravaggio ed era stato trovato in possesso dei due arnesi, il cui porto è palesemente vietato. L’uomo, evidentemente infastidito dall’operato dei militari, nella circostanza supportati da un collega libero dal servizio che ben conosceva l’individuo, ha opposto ferma resistenza. In particolare, durante alcune fasi concitate dell’operazione, ha ferito ad una mano uno dei tre carabinieri, il quale è dovuto ricorrere alle cure mediche ospedaliere, riportando lesioni giudicate guaribili in pochi giorni.
Il malintenzionato già il 12 aprile scorso si era reso responsabile di un’aggressione nei confronti di un 62enne del luogo, già suo accompagnatore di sostegno, al quale aveva inferto un colpo di cacciavite in pieno petto, procurandogli lesioni curate dai sanitari dell’ospedale Miulli e giudicate guaribili in quindici giorni. Per tale fatto l’uomo era stato denunciato in stato di irreperibilità.
Dopo l’arresto, l’uomo, come disposto dalla Procura della Repubblica di Bari, è stato ammesso a beneficiare degli arresti domiciliari.