SORVEGLIATO SPECIALE IN MANETTE

Carabinieri2 

 
Sebbene sottoposto alla sorveglianza speciale è stato trovato in possesso di un telefono cellulare che non avrebbe potuto utilizzare ed è finito in carcere. Dovrà difendersi dall’accusa di violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale, Michele Liso, 37enne di Palo del Colle, arrestato ieri mattina dai Carabinieri della locale Stazione.


I militari, nel corso di un servizio perlustrativo finalizzato alla prevenzione e repressione di reati contro il patrimonio, di passaggio nell’area riservata ai parcheggi del locale ospedale “Miulli”, hanno notato il sorvegliato che alla loro vista è apparso vistosamente preoccupato. Insospettitisi, gli operanti lo hanno sottoposto a controllo, rinvenendo in una tasca dei pantaloni un telefonino, apparecchio a lui espressamente vietato dalla misura di prevenzione a cui era sottoposto.
Tratto in arresto l’uomo è stato associato presso la casa circondariale di Bari.